in

Amerigo’s Hate

1) Mad World: la violenza del dito in bocca.

Se preferisci puoi ascoltare la versione a flusso ininterrotto.

Questo video non può essere capito se ci si ferma a quanto si vede. E’ necessario raccontare un po l’obiettivo nascosto e la storia che c’è dietro. Molto semplice: infilare un dito in bocca di una perfetta sconosciuta.

Il dito in bocca

La ragazza l’avevamo conosciuta pochi minuti prima di questa registrazione alla metro di Ponte Mammolo. “Fla” è un’outsider originale, una brava ragazza molto intelligente. Dopo una chiaccherata l’abbiamo portata insieme a noi nella sessione di improvvisazione musicale. Mi misi in testa che dovevo ficcarle un dito in bocca e per tutta la durata delle registrazioni non feci altro che tentare. Alla fine ci sono riuscito.

Addirittura avevo provato a chiederle di pisciarmi in testa. Racconto queste cose perchè la vita è assurda. Io per svincolarmi dall’assurdita, per non cadere preda del caos o peggio ancora per non nascondermi nel silenzio e nell’omologazione, invento sfide personali folli e altrettanto insensate. In questo caso si trattava del dito.

Questo video insieme ad Amerigo’s Hate mostra la violenza ed il desiderio catartico sottostante le tutte le mie creazioni e si vede e ascolta anche qui nella canzone “Mad World” ad esempio.


2) L’esercito dei Razionali

Esperimento intensissimo di improvvisazione teatrale musicale. Niente di ciò che accade in questa sessione è stato organizzato. Le uniche cose scritte erano il tempo a disposizione ed i ruoli. Il ragazzo che è insieme a me è Marsel. Mi ha chiesto esplicitamente di non pubblicare questo video ma io me ne frego non per odio nei suoi confronti (che non è odio ma semmai indistruttibile amicizia) ma perchè non accetto che una cosa che non viene capita dev’essere censurata. Per fortuna esiste la legge e sono pronto a rispondere per eventuali violazioni della privacy.

L’esperimento segue il filone di altre improvvisazioni teatrali musicali fatte da solo. E’ la prima in cui chiedo a qualcuno di assistermi. Sto creando un’articolo per definire alcuni punti centrali di questo lavoro.

Ho anche caricato una versione senza tagli.

Scritto da Amerigo Mancini

Il mio lavoro è una ricerca che va avanti da almeno vent’anni. Ho frequenti sbalzi di umore. Sono stato rincoglionito per molti anni. Anche tu lo sei stato. Forse lo sei ancora. Sputo su chi mi sta antipatico. Chi ha segreti verrà pubblicamente sputtanato.

Performer di Strada

Non sono mai riuscito ad essere serio