Il video è del 2015. La lotta comincia gia nel 2013, molto materiale non è pubblico. Ricerca su YouTube.

Messi alle strette:

Marzo 2019, comincia l’ennesimo attacco contro l’ipocrisia. C’è ancora qualche bulletto che propaganda l’eliminazione del denaro. Gente che campa con i soldi “di papà” o con i soldi del sistema. Vogliono togliere tutte le risorse agli artisti e ricercatori indipendenti: ci vogliono incazzati e squattrinati. Gia gli diedi un duro colpo nel 2017 con l’esperimento di vita sotto ai ponti. Ho vissuto per due anni in strada, mangiato alle mense della carità dove servono cibo pieno di tranquillanti. Ho fatto dumpserdiving, volgarmente “mettere le mani nelle immondizie per trovare il cibo”. Non ho mai perso di vista il fatto che la mia condizione era più rispettabile di un cazzacarne, snowflake che si chiama fuori dalla realtà credendo di aver capito tutto e magari vivendo nel garage dei suoi parenti. Una condizione che io stesso ho sperimentato numerose volte.

NOTA: Il denaro  potrebbe essere “Megatokien”: una moneta autogestita.

Trappole Per Artisti

Salvare la sensibilità, impedire l’Appittimento.

Chiarita la trappola in cui cade il complottista che spara a vuoto passiamo alla trappola opposta: quella dell’artista minacciato. <<Se non sei un artista impegnato, sei un nostro nemico>>.

  • Percentuale
  • Integrità
  • Pericolosità Pubblica

Questo slogan di propaganda femminista ha fatto abboccare tutti quanti. Chi resiste ha una forza sovrumana e spesso è costretto a volgere le spalle alla vita e rifugiarsi nell’ombra, nella morte, chiedere aiuto al Male pur di non cedere all’appiattimento dell’anima. Al femminismo materialista.Il 20% molla completamente le ambizioni artistiche e conserva l’odio. Il 40% decide di diventare un designer pubblicitario funzionale al sistema e magari diventa frocio. L’8% non ne capisce un cazzo. Il’25% non ne capisce un cazzo ma comincia ad intuire: vede che che il successo va a chi mostra simboli massonici e parla di soldi. Comincia a scimmiottare i vari “50Cent” o “JayZ” e finisce nel dimenticatoio sforzando di imitare sempre più, partecipando ai vari X Factor, mettendosi in fila. Il 3% viene intercettato nella fila perchè è particolarmente stupido e viene riempito di soldi. Farà la vita dello scemo del villaggio ma non lo scoprirà mai.Il 2% capisce l’andazzo, studia e cerca di arruolarsi nelle fratellanze diventando un talent scout.L’1% totalmente guidato dal voler conservare l’anima, tradisce la vita. Ha un’intelligenza fuori dal comune e mette indipendentemente la sua arte al servizio del Male. Puo capitare che abbia successo come che resti sconosciuto. A volte viene finanziato nascostamente. Lui resta disposto a tutto, stringendo il nodo fino ad esplodere. Sono artisti furiosi, anarchici eccezionali. Restano nell’ignoranza ma si salvano dall’idiozia ancora più grande, quella de complottisti. Questo è sufficente a fargli pulire la coscenza. L’1% restante? Quelli che non hanno particolare resistenza con nessun gruppo. Sanno vedere ovunque la luce, nessun incubo è totalmente buio. Questi stanno cercando semplicemente di mettere insieme tutto, togliere le separazioni, conservare le individualità, far circolare i talenti e le maestrie. Sto parlando chiaramente… di me! Con la solità umiltà richiesta. Amerigo il grande salvatore!

Trappole per Complottisti

Salvare l’antagonismo, impedire l’Idiozia.

L’odio per il denaro è uno strumento di controllo potentissimo. Molti inconsapevoli outsider nutrono un odio per il denaro piu forte del desiderio di liberarsi. Pur di non toccarlo riducono le loro ambizioni altruistiche. Siamo pavlovianamente stati condizionati ad associare “soldi” ad “idiozia”. Ne circolano tanti tra cantanti privi di talento e finti artisti, vengono dati solo per schiavizzare sul posto di lavoro. Chi adotta la semplificazione di andare via dai soldi è finito in una trappola. Una delle tante trappole preparate per gli outsider o i complottisti.

Recensire i Patreon e gli account Paypal di chi non è cascato nella trappola è un modo di porre una resistenza e fare luce su queste dinamiche: quasi tutti i “sinistroidi” si irritano essendone vittime. Molti snowflakes rubano le loro parole ma non sganciano un quattrino. Questi piccoli pappagalli-bulletti sono un bersaglio facile.

Di Seguito tutte le informazioni su alcuni canali della rete.

VideoRecapiti
Stop 007

“The only real threats to national security in the world are the military and the intelligence agencies.”
– Dr. Katherine Horton

stop007 youtube

stop007 Sito Web

Stop 007 patreon

Iban Stop 007: IBAN: DE04 7001 1110 6050 9033 52

Emittente di Controinformazione

Un’idea di informatori “pazzi”.

Come scritto nella sezione Protofilm, ho sempre tentato di organizzare aggregati di persone che cooperino. I loro sforzi devono avere due direzioni:

  1. Distruggere gli ostacoli alla comunicazione/scambio materiale ed immateriale;
  2. Conservare a TUTTI I COSTI l’individualità e l’originalità.

Affronto velocemente il tema della diffusione di controinformazioni e di verità. Complottisti ed artisti devono superare le loro trappole. I complottisti devono mettere a servizio di tutti le loro informazioni. Gli artisti devono sfruttare questo materiale narrativo per fare Teatro, inventare libri distopici o utopici. Superando le trappole predisposte per loro possono farsi padroni della teoria del Complottismo PostJunghiano e ampliare come non mai i loro limiti creativi.

Il Palinsesto

Per fare ciò è necessario un continuo lavoro di divulgazione delle narrazioni complottiste, un’emittente seria e continua. Personalmente ho disturbi dell’apprendimento ma stimo molto il lavoro di Marsel Minga (vedi sezione Teorie). Prenderei dal suo lavoro gli spunti per creare un palinsesto mescolandoli a suggestioni artistiche, provocazioni o tattiche “shill”. L’importante sarebbe mantenere acceso lo stream, il rivolo di acqua e passare queste informazioni nascoste.
Le attività culturali verrebbero proposte, come ho descritto nella sezione Protofilm, in strade, teatri, associazioni. Chi guarda il palinsesto puo condividere la sua opinione. Possiamo lanciarci in azioni, interfluttuazioni etc.

Root Compilation – Lavoro come una scintilla, cerco di accendere processi e mi faccio prima cavia delle idee. Ho percio cominciato ad ideare un piccolo palinsesto. Periodicamente creo dei remix dei video più interessanti che trovo in rete. Una spece di Blob ma con intenti positivi: scelgo il meglio e non il peggio. Questi remix li ho chiamati “Root Selection”. Eccoli

$$ Finanziare il tutto.

Parto sempre da cio che posso fare. Non mi appoggio su nessuno. Posso realizzare solo ciò che viene capito, solo se ricevo la fiducia altrui. Mi muovo come una lumaca. Ideai un sistema a tre livelli. Questo imbuto nutre:

  • Controinformazione
  • Me
  • Artisti
  1. Gli operatori sociali partendo dalle associazioni rinomate e spesso più a rischio di corruzione e spostando le loro risorse via via verso i complottisti.
  2. Gli artisti impegnati a superare la loro trappola, quelli svincolati dalle gallerie contemporanee.
  3. Me. Non mi tiro fuori in nome della cultura dei no-face femministi. Divulgo il mio Patreon perchè spesso mi voltano le spalle tutti. Chi non capisce, chi ha resistenze, chi è troppo ferito, chi vuole prendermi a bersaglio dell’ira o invidia. Per nutrire il fiumiciattolo devo continuare adi irrigarlo. Parto da me. Sempre.

oppure compra:

Disclaimer: non voglio concretamente ricevere i vostri soldi o farvi comprare prodotti ma setup-pare un sistema funzionante. Lo scopo è illustrativo. Puo essere preso ad esempio da altri creativi. Posso usarlo per presentare l’idea. Ispirare altri.